Pochi dispositivi per misurare il tempo sanno essere suggestivi e romantici come l’orologio a pendolo. I suoi rintocchi caldi e avvolgenti, regalano da sempre un sapore di squisita antica classicità. Non  a caso, gli orologi a pendolo vantano un sempre più vasto pubblico di estimatori e collezionisti.

Del resto, ampliare la propria collezione oggi è diventato anche più semplice che in passato. Gli appassionati hanno a disposizione non solo antiquari, mercatini, eventi dedicati ma anche e soprattutto le aste online.

Il periodo d’oro per gli orologi a pendolo

La prima versione del segnatempo a pendolo, nel 1656, era piuttosto essenziale. Nel corso degli anni, però, è stata perfezionata, tant’è che sono stati realizzati orologi a pendolo di varie dimensioni. Dai piccoli oggetti da tavolo fino ai grandi meccanismi da torre. Alcuni sono dotati di elaborati organi musicali, particolari suonerie o parti scenografiche movibili

Il periodo d’oro è il XVIII secolo, epoca nella quale grandi artigiani furono in grado di produrre opere di eccellente fattura e di grande valore, in virtù sia dei materiali utilizzati sia dei sofisticati meccanismi impiegati. Senza dimenticare le suggestive sonorità che da sempre accompagnano lo scoccare delle ore. Si trattava di meccanismi complessi, vere opere di precisione.

Le prime casse erano realizzate in legni pregiati (quercia, ebano, intarsiati) e i meccanismi in metalli preziosi. Ancora oggi si trovano con il pendolo in oro o dorato. Il legno veniva decorato con tecniche di intaglio e di intarsio e poi dorato oppure abbellito grazie all’inserzione di fini decorazioni a mano, spesso di stampo naturalistico.

Con l’invenzione dell’orologio al quarzo e il modello atomico, durante il XX secolo, l’orologio a pendolo cadde in disuso mantenendo però il suo fascino, per i pregi artistici ed estetici.

Quali sono i modelli di orologio a pendolo e quali caratteristiche hanno?

Questi orologi, nella versione classica, hanno un meccanismo di oscillazione il cui elemento fondamentale è il pendolo, che ha un peso alla sua estremità per garantire il movimento. L’oscillazione è trasmessa al quadrante delle ore mediante ingranaggi e ruote dentate. Questi meccanismi delicati sono contenuti in una cassa, accessibile attraverso uno sportello, collocata su una base solida e robusta. Allo scoccare delle ore (o 30 o 15 minuti) l’orologio suona melodie o scandisce il tempo con una serie di rintocchi.

Le dimensioni di questa tipologia di orologi spaziano dai piccoli oggetti da tavolo o per scrivania, alle pendole da salotto e ingresso.

Gli orologi a pendolo si suddividono tra:

  • Orologi a pendolo a colonna
  • Orologi a pendolo parete
  • Orologi da tavolo
  • Orologi a cucù

Orologio a pendolo a colonna

Un vero e proprio mobile a sé stante che si appoggia a terra. È costituito da una colonna di legno con vetrina, dentro alla quale è visibile il movimento del pendolo. Quando si tratta di un orologio a pendolo antico, la cassa è certamente lavorata secondo lo stile dell’epoca. Potrebbe per questo essere meno facilmente abbinabile.

Orologi a pendolo da parete

Sono apparecchi di dimensioni più contenute e occupano molto meno spazio anche per il fatto di essere appesi. Anche tra i pendoli da parete si possono trovare molti stili diversi in base alla scuola artigianale di provenienza e l’epoca di realizzazione.

Orologio a pendolo da tavolo

Anche questa tipologia di orologi a pendolo presentano dimensioni ridotte rispetto a quelli a colonna. Sono delle vere e proprie opere d’arte, abilmente decorati dalle sapienti mani artigiane dell’epoca.

Orologio a cucù

Il famoso orologio a cucù è un tipo di pendola caratterizzato dal fatto che le ore vengono scandite con un suono simile a quello del cuculo. Questo tipo di orologi, solidi e duraturi, ebbe fin dall’inizio enorme successo.

Quali fattori influenzano il valore degli orologi a pendolo antichi?

Un orologio a pendolo di qualsiasi forma o dimensione, consiste indubbiamente in uno stupendo ed elegante elemento.

I collezionisti e gli appassionati, oltre ai tratti estetici e la loro valenza storica, ne apprezzano l’affascinate meccanismo che, per lunghi anni, ha segnato il tempo in tantissime case. Questo meccanismo destinato al funzionamento vero e proprio dell’orologio, agli occhi di un esperto, appare come una pregevole opera meccanica di grande valore.

Altri fattori che influenzano il valore di un orologio a pendolo:

  • Stato di conservazione. Le condizioni  del  quadrante e della struttura dell’orologio incidono sulla stima del suo valore. Inoltre, è fondamentale che l’orologio funzioni e che tutti i pezzi siano originali.
  • Rarità e autenticità. Ovviamente i modelli più difficili da reperire sul mercato sono quelli più quotati ed il loro valore aumenta se accompagnati da documenti che ne attestino l’autenticità.
  • Epoca e scuola artigianale di provenienza. in base a questi fattori dipende la tipologia di decorazioni ed intarsi che impreziosiscono il segnatempo.
  • Materiali. Va da sé che più preziosi sono i materiali utilizzati per la realizzazione del segnatempo, più il suo valore aumenta.

Come collezionare orologi a pendolo

I collezionisti ai giorni nostri hanno molti mezzi a disposizione per poter impreziosire la propria collezione con pezzi rari e speciali. Le aste online, ad esempio, offrono l’opportunità di scovare pezzi davvero unici e molto ambiti, con un semplice click, comodamente da casa.

Chiaramente è sempre opportuno affidarsi ad intermediari seri che ci tutelino da frodi o truffe.

Una valida piattaforma che garantisce sicurezza, affidabilità e serietà è certamente Catawiki.

Questa piattaforma digitale è stata creata per offrire agli utenti la possibilità di partecipare a numerose aste organizzate ogni giorno e acquistare oggetti rari e introvabili. Da eleganti orologi a pendolo a gioielli meravigliosi, da rare monete antiche a prestigiose porcellane.

Il portale Catawiki conta oltre 14 milioni di visitatori al mese provenienti da tutto il mondo e propone circa 300 aste alla settimana dedicate a settori diversi e supervisionate da banditori esperti.

La partecipazione alle aste è aperta a tutti, totalmente libera e gratuita. Basta registrarsi al sito senza alcun costo né obbligo, attraverso un procedimento facile e veloce.

Catawiki si avvale della presenza di un team di oltre 150 esperti che si occupa dell’organizzazione delle aste e della valutazione degli oggetti offerti in vendita, garantendo la massima sicurezza per acquirenti e venditori.

Il sito offre, inoltre, un sistema di pagamento sicuro. Gli utenti di Catawiki, una volta aggiudicatosi gli oggetti, hanno due settimane di tempo per segnalare difetti e problemi ai responsabili della piattaforma, i quali, semmai dovessero esserci problemi, provvederanno a intermediare tra acquirente e venditore con l’intento di trovare un accordo che soddisfi entrambe le parti.

Essere un venditore o un compratore Catawiki offre una serie di imperdibili vantaggi. Non resta che provare. Iscriviti a Catawiki e prova l’emozione dell’asta online!