Pietre preziose asta online

La passione per le pietre preziose è qualcosa d’innato, soprattutto per le donne.

Essere persi dietro la luminosità, il colore vivido, la bellezza quasi magica di questi minerali che nascondono emozioni, sentimenti e anche legami affettivi che custodiamo gelosamente.

Un collezionista di pietre preziose spesso dà vita alla sua collezione proprio per una passione magari legata ad un ricordo importante della sua vita e comincia a scoprire man mano che si addentra nel mondo fantastico delle pietre preziose che il valore di quella pietra conservata gelosamente può essere più che simbolico.

Puoi dar vita anche tu alla tua collezione di pietre preziose, ed oggi è più semplice che mai grazie soprattutto alle aste online.

pietre preziose asta online

Cosa sono le pietre preziose

Le pietre preziose sono un vero e proprio miracolo della natura che si traduce in minerali che presentano determinate caratteristiche, quali: lucentezza, trasparenza, durezza, colore, effetto ottico ed inclusioni.

Le pietre preziose sono comunemente dette gemme, un minerale tagliato e rifinito in maniera sapiente in modo da esaltarne la lucentezza e preziosità. In linea generale, possiamo affermare che solamente una minima parte dei cristalli raccolti ha le qualità necessarie per diventare pietre preziose.

Come riconoscere il valore delle pietre preziose

Nella valutazione delle caratteristiche delle pietre preziose per poterne valutare l’effettivo valore entrano in gioco non solo le famose “4C”, dall’inglese: colour, cut, clarity e carat weight, ossia colore, taglio, purezza e peso che sono valori importantissimi nella valutazione di scala delle pietre preziose più famose quali i diamanti, ma anche altri fattori come durevolezza, bellezza, rarità ed accettabilità.

Colore

Il colore è una delle caratteristiche più importanti nel valutare il valore di una pietra preziosa.

Per valutare il colore di una pietra preziosa gli esperti fanno riferimento a:

  • gradazione: la sfumatura o tinta che si attribuisce alla pietra sulla scala di colore;
  • tono: la chiarezza o oscurità del colore che va da incolore al nero;
  • saturazione: la purezza ed intensità del colore, una buona saturazione nella pietra significa che essa è libera o presenta scarse tonalità di colore marrone o grigio.

In linea generale, la pietra preziosa avrà più valore quanto più puro è il colore.

Colore rosso

Pietre preziose abbastanza rare. Tra le pietre rosse possiamo annoverare il rubino, il granato e molto raramente la tormalina.

Colore giallo

Sicuramente dal colore giallo troviamo il quarzo citrino, il pregiato zaffiro giallo e molto rara è la tormalina gialla.

Colore arancione

Di colore arancione, possiamo citare il granato spessartite, ma anche la tormalina, l’opale di fuoco e lo zircone.

Colore blu

Come non nominare il famoso zaffiro blu. Tonalità più leggere di blu presentano invece l’acqua marina, lo zircone blu, il topazio. Con un blu profondo possiamo trovare lo spinello, mentre la tanzanite si avvicina ad un blu-viola ed apatite e fluorite ad un blu-verde.

Colore verde

Pensando al verde, in primis ci viene in mente lo smeraldo, ma anche tormalina e diopside e il peridoto.

Colore rosa

Quarzo rosa, tormalina e spinello. Più raro lo zaffiro rosa, mentre il granato rodolite si avvicina più ad un rosa-violaceo.

Colore viola

Sicuramente l’ametista ma anche la fluorite. Più rari invece zaffiro viola e tormalina.

Colore marrone

Abbiamo il quarzo fumé che si avvicina ad un marrone-grigio e il topazio imperiale.

Colore grigio

Alcune varianti di spinello, fluorite e tormalina.

Colore bianco

Pensiamo in primis al diamante e poi ad innumerevoli gemme come zaffiro, topazio, zircone, quarzo, agata, ecc…

Multicolore

Opale, zaffiro, andalusite, tormalina, fluorite.

Taglio

Il taglio è un elemento importantissimo nell’esaltare la bellezza di una pietra preziosa.

Una pietra che ha un colore eccellente potrebbe non risaltare in lucentezza e in bellezza se viene tagliata e rifinita con un taglio mediocre.

Un esperto nel tagliare le pietre preziose ne deve esaltare la bellezza nel colore, ridurre o posizionare strategicamente le inclusioni in punti che non risaltano all’occhio e rispettare simmetria e proporzioni.

Nel taglio si distinguono diverse fasi:

  • sezionatura: attraverso una sega a polvere di diamante circolare si seziona la gemma grezza;
  • sbozzatura: attraverso una mola al carburo di silicio si sbozzano i frammenti;
  • sfaccettatura: si procede a definire la forma della pietra grazie ai lapidelli, dischi rotanti orizzontali;
  • politura: si procede a lucidare la pietra.

Attraverso un buon taglio la superficie si presenta senza graffi e scheggiature e la luce riesce a riflettersi su tutta la sua superficie.

Le gemme possono essere lavorate secondo diverse tecniche di lavorazione e abbiamo:

  • gemme sfaccettate: gemme trasparenti a facce piane, per cui si utilizza un taglio che rispetta forme geometriche e superfici lisce;
  • gemme non sfaccettate: gemme che non hanno una forma geometrica e sono per lo più per pietre opache, come ad esempio il quarzo, per cui si utilizza un taglio curvilineo per esaltarne delle caratteristiche ottiche particolari. Il taglio cabochon era l’unico tipo di taglio per le pietre preziose nell’antichità.

Nel taglio delle pietre preziose non esiste una tecnica di taglio ideale, quindi un taglio perfetto per farne risaltare la lucentezza, molte pietre vengono tagliate rispettandone la natura ovale.

I più famosi tipi di taglio e forme più comuni sono:

  • rotondo
  • marquise
  • princess
  • trilliand
  • smeraldo
  • goccia
  • ovale
  • carré
  • baguette
  • ottagonale
  • trapezio
  • cuore
  • briolette
  • cuscino antico
  • cabochon

Purezza

La purezza è una caratteristica qualitativa delle pietre preziose. Sono rarissime e di valore elevato, le gemme senza alcun segno o inclusione.

  • I segni in superficie interessano sempre la superficie della pietra preziosa e molto spesso sono dovuti al grado di durezza della pietra. Ci sono pietre molto fragili, che è molto facile scalfire o graffiare e quindi si deve prestare particolare attenzione.
  • Le inclusioni, invece, sono proprio all’interno della gemma e possono affiorare sulla superficie. Molto romanticamente potremmo definirli come dei segni di bellezza, distintivi della singola pietra che si formano durante il processo di cristallizzazione.

In linea di principio, maggiore è la purezza maggiore sarà il valore della pietra preziosa, pensiamo ad esempio ad un diamante.

Ci sono dei casi, però, in cui la presenza di specifiche inclusioni che sono particolari di alcuni tipi di gemme e creano effetti ottici particolari, come ad esempio nel crisoberillo con “l’occhio di gatto”.

Nel valutare la purezza di una pietra preziosa bisogna quindi tener conto della particolare natura della pietra preziosa, in quanto ci sono pietre che per natura hanno meno inclusioni di altre e risultano essere più limpide.

Peso e dimensione

Le gemme vengono misurate in carati, da non confondere con i carati dell’oro.

Le pietre preziose più grandi sono più rare, e quindi un’unica pietra preziosa più grande avrà un valore più alto rispetto alla somma di altre più piccole che insieme raggiungono il suo peso a parità di qualità.

Tuttavia, il peso combinato potrebbe avere valore superiore rispetto ad una singola pietra preziosa nel caso in cui il costo di lavorazione delle sfaccettature supera la differenza di prezzo.

Durevolezza

La durevolezza è la caratteristica di una pietra preziosa di durare nel tempo, ed è derivante da tre fattori principali:

  • durezza: capacità di resistere alla scalfittura. La scala di Mohs è usata per individuare il grado di durezza dei minerali. Il diamante ha il grado di durezza più elevato.
  • Resistenza: capacità di resistere alle sfaldature o fratture casuali. Una pietra preziosa può essere dura ma non resistente o viceversa, pensiamo ad esempio al diamante che è la pietra preziosa col più alto grado di durevolezza ma si presenta come abbastanza fragile e suscettibile a fratture o sfaldature
  • stabilità: capacità di resistere al deterioramento chimico o fisico.

Rarità

La rarità di una pietra preziosa ne definisce anche il valore più elevato. Alcune pietre preziose sono molto difficili da trovare ed appartengono solo a determinate aree geografiche nel mondo, pensiamo ad esempio alla Tanzanite, che si trova solo in Tanzania.

Accettabilità

La moda detta le tendenze e influenza anche la richiesta di mercato anche nel settore delle pietre preziose. Nell’antico Egitto ad esempio le classi nobili erano soliti indossare pietre preziose come ametista, turchese, lapislazzuli abbinati ad oro e argento.

Bellezza

La bellezza di una pietra preziosa rispecchia sì tutte le caratteristiche elencate precedentemente, ma di certo dobbiamo non sottovalutare il gusto personale e la disponibilità a pagare un prezzo più alto per ottenere proprio quella gemma.

Alcune gemme presentano inoltre degli effetti ottici particolari che ci sono stati tramandati dall’antichità e sono particolarmente desiderati

  • Adularescenza o Opalescenza: un particolare gioco di luce che si disperde su tutta la superficie con una luce bianco-blu, tipica dell’adularia o “pietra di Luna” oppure dell’opale.
  • Asterismo: particolare forma di stella, riscontrabile nelle pietre tagliate a cabochon. Le strie della stella sono dovute a delle inclusioni disposte a reticolo simmetrico.
  • Avventurescenza: sottili inclusioni metalliche creano degli effetti dorati, tipico dell’avventurina o della “pietra del sole”.
  • Cangianza: la gemma quando è colpita dalla luce assume diversi colori, come ad esempio l’alessandrite.
  • Gatteggiamento: unica fascia luminosa lungo la superficie della gemma preziosa, come ad esempio nel crisoberillo col famoso “occhio di gatto”.
  • Iridescenza: effetto arcobaleno dovuto alla scomposizione della luce.
  • Gioco di colore: colori che cambiano a seconda dell’angolazione da cui si guarda, ad esempio nell’opale.
  • Pleocroismo: variazione di colore quando si osserva il cristallo da direzioni diverse. La luce che colpisce la gemma si sdoppia ma quella che restituisce la gemma non è raddoppiata, a volte dà luogo a un colore singolare intensificato.
pietre preziose asta online

Vari tipi di pietre preziose: le più note

Rubino

Pietra preziosa di colore rosso super pregiata ed estremamente dura. I rubini più pregiati e rari sono quelli caratterizzati da un colore rosso vivo e molto chiari. Si possono trovare anche rubini di color rosato o vinaccia.

Zaffiro

Pietra preziosa caratterizzata per la brillantezza e la durezza. Possiamo trovare lo zaffiro in diversi colori, anche se è spesso associato al colore blu. Il valore aumenta tanto più chiara, brillante e dal colore intenso è lo zaffiro. La rarità e il valore sono legati anche alla dimensione, è molto raro infatti avere tra le mani uno zaffiro con peso superiore ai 3 carati.

Smeraldo

Pietra preziosa dal grande fascino dal colore verde. Presenta di solito numerose inclusioni. Il valore è dettato dal colore vivido, chiarezza, taglio e peso. Inestimabile valore hanno gli smeraldi con peso superiore ai 5 carati e le precedenti caratteristiche.

Diamante

La pietra più preziosa e dura tra tutte. Possiamo trovare diamanti di diversi colori ed hanno delle caratteristiche naturali che li rendono davvero delle pietre preziosi eccezionali, dalla bellezza naturale alla lucentezza, alla capacità di disperdere la luce con l’effetto arcobaleno.

Ametista

Gemma dal colore molto vivo comunemente viola ma che può variare con tonalità rosa pastello. È una varietà del quarzo e può avere anche grandi dimensioni.

Acquamarina

Pietra preziosa di colore azzurro chiaro che si caratterizza di solito per la scarsa presenza di inclusioni e quindi per la chiarezza e lucentezza. È un berillo, che può assumere anche un colore verde acqua. Il suo valore è dettato dall’intensità nel colore.

Perla

Sono considerate delle pietre preziose anche se di natura organica, provenendo da molluschi e non dalla crosta terrestre. Possono avere diversi colori, anche se il più comune è il bianco. Le perle più preziose sono quelle naturali, lucenti, con una superficie estremamente liscia e perfettamente sferiche.

Opale

A differenza delle altre pietre preziose, non si tratta di un cristallo, ma un minerale amorfo di silice idrata. Il colore varia a seconda della matrice di silice. I più pregiati sono quelli di color nero caratterizzati dall’opalescenza, ricca di rosso e viola.

Topazio

Pietra preziosa che se non presenta impurità è assolutamente incolore, mentre assume diverse colorazioni nella misura in cui ne presenti. Dato che in natura è possibile trovarne molti con grandi dimensioni e senza inclusioni, l’alto valore è dettato dalla colorazione, un viola è più raro di un blu, e dal taglio che conferisce bellezza e brillantezza.

Le pietre più rare e preziose al mondo sono: diamante rosa, berillo rosso, painite, musgravite, giadeite, alessandrite, tanzanite, benitoite, taaffeite ed opale nero.

Collezionare pietre preziose con Catawiki

Diventare un collezionista di pietre preziose è facile con Catawiki, il portale di aste online con cui puoi aggiudicarti gemme rare semplicemente scommettendo in poche mosse e comodamente a casa.

Catawiki offre una selezione di più di 150 esperti, che valutano il valore e garantiscono l’autenticità degli oggetti in vendita.

Le aste partono da solo un euro e per iniziare basta semplicemente accedere e registrarti.

Naturalmente, Catawiki non offre solo pietre preziose ma se sei un collezionista puoi scegliere tra più di 80 categorie e ben 50000 articoli a settimana.

Le transazioni sono veloci e soprattutto sicure e vengono gestite da Catawiki.

Il venditore una volta che ti sei aggiudicato l’asta deve spedire l’articolo in tre giorni lavorativi e il gioco è fatto! Niente di più semplice e immediato per approfittare di trovare gemme preziose e fare un buon affare per allargare la tua invidiata collezione!