Collezionare vini pregiati rappresenta non solo un vanto per l’amatore ma altresì un ottimo investimento che accresce nel tempo. Basti pensare che il valore delle bottiglie di vino è in crescita costante da anni. I collezionisti che vogliono impreziosire la loro collezione o gli appassionati che iniziano a muovere i primi passi in questo settore, vanno quindi incontro ad un mercato ben consolidato. Cifre da capogiro per la vendita di un lotto di 10 bottiglie di Chateau Mouton Rothschild datate 1945 al prezzo di 343.000 dollari, mentre l’asta dei vini della cantina William Koch ha reso 22 milioni di dollari.

Vino come oro, dunque, ma scopriamo quali sono le bottiglie più ambite dai collezionisti, i vini più costosi e pregiati del mondo.

Vini da investimento in vendita online

I 20 vini più costosi del mondo

Ecco per tutti gli appassionati e collezionisti una lista di ben 20 vini più costosi al mondo.

Domaine de la Romanée – Conti, Romanée – Conti Grand Cru 1945 – 468.449 euro

I Borgogna di Romanée – Conti sono per gli appassionati ed i collezionisti i vini più desiderati al mondo e solitamente i più cari. Basti pensare che una bottiglia “qualunque” di Romanée non costa meno di 20.000 euro. Nell’annata del 1945 furono prodotte soltanto 600 bottiglie e furono le ultime di quelle vigne, espiantate dopo la raccolta dell’uva. Un vino rarissimo che ha fatto infiammare un’asta nel 2018 fino ad arrivare alla cifra più alta mai pagata, che lo consacra vino più costoso al mondo.

Domaine Leroy Musigny Grand Cru, 1990 – 468.449 euro

Pregiata bottiglia di Pinot Noir di Borgogna. Annata particolarmente pregiata quella del 1990 perché segnata dalla conversione alla viticoltura biodinamica.

Cabernet Sauvignon di Screaming Eagle, 1992 – 228.228 euro.

Questo vino rosso ha ottenuto il massimo dei voti dalla critica mondiale. Prodotto da una casa vinicola californiana, che rappresenta la punta di diamante statunitense, questa bottiglia è considerata tra le più costose al mondo grazie alla vendita all’asta di una Imperial da sei litri di Cabernet per l’equivalente di 228.228 euro.

Chateau Cheval Blanc, 1947 – 277.968 euro

Prodotto nella regione di Bordeaux, lo Cheval Blanc è uno dei più rinomati vini francesi. Si tratta di un Merlot in purezza sofisticatissimo dell’annata 1947. Ad incidere sul valore di questa bottiglia non solo l’annata ma anche il formato da sei litri “Matusalem”, pari a otto bottiglie normali. Dal 1955 è classificato come Premier Grand Cru Classé nella super categoria A.

Chateau Margaux, 1787 – 165.275 euro

Quest’annata è andata ormai estinta. L’ultima ha una storia particolare: la bottiglia faceva parte della collezione privata del Presidente Thomas Jefferson, nel 1989 apparteneva al mercante di vini William Sokolin. Per uno sfortunato incidente, però, la bottiglia venne fatta accidentalmente cadere da un cameriere del Four Season Hotel. Il proprietario chiese all’assicurazione un risarcimento di 500.000 euro, ottenendone 165mila e spicci. Di fatto la bottiglia non è stata mai venduta ma merita comunque di entrare in classifica.

Penfolds Kalimna Block 42 Ampoule, 2004 – 153.424 euro

In tutto esistono solo 12 esemplari al mondo di queste bottiglie di Cabernet Sauvignon. Il vino prodotto da Penfolds, azienda australiana di fama mondiale, è contenuto non in semplici bottiglie ma in veri e propri oggetti di design o pezzi d’arte.

Chateau Lafite, 1787 – 117.530 euro.

Prodotto da una casa vinicola che produce Bordeaux sopraffini. La bottiglia ha fatto parte anch’essa della collezione del Presidente Thomas Jefferson, il ché ha certamente contribuito a conferirle ulteriore valore. Questa bottiglia da collezione di oltre 200 anni è stata acquistata nel 1985 dall’editore Malcom Forbes.

Chateau d’Yquem Sauternes, 1811 – 73.456 euro

Questa bottiglia contiene Sauvignon Blanc e Sémillon, detiene da anni il record di “bottiglia di vino bianco più costosa al mondo”.

Domaine de la Romanée – Conti Montrachet, 2010 – 91.667 euro.

Chardonnay della Borgogna. Prodotto dalla Maison Romanée – Conti, produttrice dei vini più pregiati che esistano. Questo vino bianco è considerato tra i più costosi al mondo perché è un vino di grande complessità e concentrazione intensa che richiede molto anni per raggiungere la perfezione. Tra le caratteristiche anche la rarità: ogni annata è messo in commercio in sole 250 casse.

Mertol di Chateau Cheval Blac, 1947 – 99.257 euro

Uno dei vini francesi più pregiati. Nel 2006 una bottiglia del 1947 di Cheval Blanc versione Jéroboam fu acquistata a San Francisco per 114.320 euro.

Bordeaux di Chateau Moulton Rothshild, 1945 – 84.191 euro

Una bottiglia da collezione modello Jéroboam, cioè con una capacità di tre litri in una delle migliori annate dl secolo scorso (1945). Il Bordeaux di Chateau Moulton Rothshild è uno dei vini più famosi al mondo ed è stato venduto all’asta nel 1997.

Egon Muller Sharzhofberger Riesling Trockenbeerenauslese – 28.790 euro

Questo vino bianco tra i più costosi della sua categoria proviene dalla regione tedesca della Mosella dove la famiglia Müller produce vini dal 1797. Il suo prezzo oscilla tra gli 11.233 euro e i 28.790 euro.

Domaine Georges & Christophe Roumier Musigny Grand Cru – 21.431 euro

I vitigni Rominée si trovano nelle regioni di Chambolle-Musigny, Morey-Saint-Denise e Corton-Charlemagne ed è composto da circa 28 ettari. Questo vino di Borgona ha un prezzo che oscilla tra i 10.946 euro e i 21.431 euro.

Domaine Leflaive Montrachet Grand Cru – 12.951 euro

Le bottiglie di questo vino proveniente dai 12 acri Gran Cru del Domaine Leflaive, non sono tutte così care e alcune si trovano anche a meno di 70 euro tant’è che il suo prezzo medio è compreso tra i 70-522 euro fino ad arrivare ad un prezzo massimo di 12.951 euro.

Domaine Leroy Chabertin Grand Cru – 14.248 euro

Il vitigno Leroy negli anni si è guadagnato un posto di riguardo nel mercato del vino , aggiudicandosi nel 2015 un punteggio di 100 punti da The Wine Advocate. La bottiglia può avere un prezzo minimo di 6.356 euro e un prezzo massimo di 14.248 euro.

Domaine Leroy Richebourg Grand Cru – 8.734 euro

Di questo vino, dal gusto bilanciato e toni eleganti, vengono prodotte solo 700 bottiglie ogni anno. Il prezzo minimo è di 5.110 euro fino ad arrivare ad un massimo di 8.734 euro.

J.S. Terrantez Maderia – 8.071 euro

Questo vino fortificato proviene dal Portogallo e precisamente dall’arcipelago vulcanico di Madeira. Prezzo medio 7.040 euro, prezzo massimo 8.071 euro.

Henri Jayer Vosne – Romanée, Cote de Nuits.

Il prezzo di questo pregiato vino francese oscilla tra i 3.572 euro e i 9.410 euro.

Petrus, Pomerol.

Anche questo un vino proveniente dai vitigni francesi, il suo prezzo va dai 2.604 euro fino ad un prezzo massimo di 21.946 euro.

Le Pin, Pomerol

A chiudere la nostra classifica dei vini più costosi del mondo ancora un vino francese le cui bottiglie possono avere un prezzo che va dai 2.604 euro fino ad arrivare ad un prezzo massimo di 21.946 euro.

Vini da investimento in vendita online

Il vino più pagato della storia

Il Cabernet di Screaming Eagle del 1992, è il vino più pagato della storia. Il prodotto della casa vinicola californiana venne venduto ad un’asta nel 2000, dove una Imperial da sei litri di Cabernet fu battuta per 500.000 dollari.

Come scegliere un vino da collezione

Non è sempre semplice scegliere i migliori vini da collezione. Non basta acquistare una qualsiasi bottiglia di vino pregiato e costoso ma è opportuno saper identificare i vini che possano avere oscillazioni di prezzo.

A determinare il valore di una bottiglia intervengono molti fattori tra cui la scarsità della produzione in un determinato anno, la qualità dell’annata, il giudizio dei critici e il prestigio della cantina che lo produce. Determinante anche la conservazione, una conservazione non idonea potrebbe compromettere il processo di invecchiamento che dura anni o decenni e quindi la qualità del vino.

Altri importanti fattori che determinano la valutazione di un vino da collezione sono:

  • Longevità – Il vino da collezione può invecchiare e rimanere bevibile per decenni. Questo fattore permette l’incremento di prezzo del vino nel tempo.
  • Brand – molto importante tener presente le imprese vinicole che hanno saputo vendersi nel modo migliore facendo schizzare i prezzi delle proprie bottiglie in poco tempo e non solo a livello locale.
  • Annata – una buona annata ha un impatto importante sui prezzi di tutta la produzione dello stesso territorio.
  • Punteggio – tutti i vini da collezione sono oggetto di recensione da parte dei critici. Il vino viene valutato in base a un indicatore sintetico numerico in scala da 0 fino ad arrivare al punteggio perfetto 100.

Come collezionare vini

I collezionisti e gli appassionati sanno bene che possono avvicinarsi molto più facilmente al mercato dei vini pregiati grazie all’uso delle aste online.

Le aste online permettono di entrare in contatto con un ampio mondo di proposte provenienti da ogni parte del mondo.

Un portale affidabile che consente di trovare un buon affare, sicuro e garantito è certamente Catawiki.

Catawiki è il sito di aste online che ospita ogni settimana 300 nuove aste in 80 categorie, mettendo in contatto chi vuole vendere e acquistare all’asta oggetti rari e di pregio. Un sito in crescita costante grazie alle visite dei 14 milioni di collezionisti e appassionati, provenienti da tutto il mondo, alla continua ricerca di oggetti speciali, emozionanti e introvabili.

Catawiki dispone di un team di oltre 150 esperti nel settore che curano e supervisionano le aste, garantendo lotti diversificati e di alta qualità.

Offre, inoltre, un sistema di pagamento sicuro e semplice.

Iscriversi è totalmente gratuito e molto semplice, basta compilare un veloce form.

Catawiki è un vero e proprio punto di riferimento per collezionisti alla ricerca di un buon affare in tutta sicurezza.

Impreziosire la propria collezione non è mai stato così semplice!